Archive for settembre 2010

Pollo con i peperoni

Questo pollo ai peperoni (improvvisato) è venuto veramente ma veramente gustoso.

L’ho fatto con la mia mamma, anzi l’ha principalmente fatto lei quando mercoledì scorso è venuta a trovarmi. Si parte come per fare il pollo alla cacciatora: olio e cipolla sottile in padella e si mette a rosolare il pollo in parti. Dopodichè si unisce del pomodoro fresco a pezzetti e i peperoni tagliati a falde lunghe. Se necessario si bagna con un po’ di brodo caldo e lo si lascia cuocere per un’oretta circa. Sale e pepe et voilà!

Annunci

Ninna nanna del chicco di caffè!

Vista l’ora, che per me è quasi quella giusta per andare a letto, volevo pubblicare la ninna nanna che canto sempre al mio piccolo prima che si addormenti. E’ dolce e l’ho scoperta un po’ per caso…

Questo è il link di youtube per ascoltarla!

Il testo invece è questo qua:

“Ninna nanna mamma tienimi con te

nel tuo letto grande solo per un po’,

una ninna nanna io ti canterò

e se ti addormenti mi addormenterò.

Ninna nanna mamma insalata non ce n’è

sette le scodelle sulla tavola del re,

ninna nanna mamma ce n’è una anche per me

dentro cosa c’è: solo un chicco di caffè.

Dormono le case, dorme la città;

solo l’orologio suona e fa tic tac,

anche la formica si riposa ormai,

ma tu sei la mamma e non dormi mai.

Ninna nanna mamma insalata non ce n’è

sette le scodelle sulla tavola del re,

ninna nanna mamma ce n’è una anche per me

dentro cosa c’è: solo un chicco di caffè.

Quando sarò grande comprerò per te,

tante cose belle come fai per me.

Chiudi gli occhi e sogna quello che non hai,

i tuoi sogni poi, mi racconterai.

Ninna nanna mamma insalata non ce n’è

sette piatti d’oro sulla tavola del re,

ninna nanna mamma ce n’è uno anche per te

ci mettiamo su tutto quello che vuoi tu,

ci mettiamo su tutto quello che vuoi tu!


Polpettone alla Sergio

Questo post è dedicato ad una ricetta, molto buona, sperimentata da mio fratello Sergio! E’ un polpettone di pollo con ricotta e pistacchi davvero gustoso e delicato. Bisogna sbollentare 60 g di pistacchi sgusciati per 30 secondi in acqua bollente, scolarli, sbucciarli e tritarli. Macinate poi 400 g di petto di pollo già pulito con 200 g di mortadella. Trasferite il tutto in una ciotola e unite 200 g di ricotta, 80 g di parmigiano grattuggiato, i pistacchi, 1 ciuffetto di prezzemolo tritato, un pizzico di noce moscata, sale e pepe.
Mescolate bene tutti gli ingredienti, poi, con le mani umide, modellate il polpettone dandogli la forma di un cilindro leggermente schiacciato. Rotolate il polpettone nel pangrattato, pressandolo con le mani, perchè aderisca bene alla superficie.
Scaldate 5 cucchiai d’olio in una padella antiaderente a bordi alti e fate rosolare il polpettone a fuoco vivo su tutti i lati. Abbassate la fiamma e proseguite la cottura a fuoco moderato per 30-35 minuti rigirandolo spesso con delicatezza.
Servite a fette tiepido o freddo (con un insalata di pomodori dell’orto belli rossi con cipolle di tropea e basilico fresco!).
Ecco l’autore del polpettone orgoglioso del suo piatto:
Ed ecco le fette più da vicino: